1

PAT1 foto di Loris Zambelli Vivo film Colorado Film Production Umedia 1 1620x1080

LOCARNO - 06-08-2022 -- Oggi, quarto giorno di Festival a Locarno nel Concorso internazionale e troviamo il primo film italiano di questa edizone, Il Pataffio di Francesco Lagi. Una storia "medievale" che spinge alla risata con un Alessandro Gassman che, inevitabilmente, riporta alla memoria il suo straordinario padre nell'Armata Brancaleone. Tratto dal libro di Luigi Malerba, il film racconta di un improbabile gruppo di soldati e cortigiani guidati dal conte Berlocchio e dalla sua nuova sposa Bernarda che si impossessano di un lontano feudo. Ma il loro castello è una discarica decrepita e gli abitanti del villaggio non vogliono essere governati. Appetiti profani e brame sacre, guardie sciatte e poveri mascalzoni, compongono questo fantastico racconto medievale di libertà, fame, sesso e potere.
"Il romanzo di Malerba mi ha portato in un viaggio in un mondo che non avrei mai visitato altrimenti, accompagnato da personaggi bizzarri e toccanti che ho subito riconosciuto come contemporanei", afferma il regista. Nel cast: Lino Musella, Giorgio Tirabassi, Viviana Cangiano, Giovanni Ludeno, Vincenzo Nemolato, Daria Deflorian, con Alessandro Gassmann e con Valerio Mastandrea. Il film sarà in sala il 18 agosto.
Oggi, tuttavia è la giornata di un grande al Concorso internazionale: Aleksandr Sokurov, tra i massimi autori del cinema contemporaneo porta a Locarno il suo ultimo lavoro: “Skazka”. Il regista russo sembra aver realizzato un lungometraggio decisamente fuori dall'ordinario, molto sperimentale e ricco di suggestioni. Si legge nella presentazione: "C'erano una volta due vagabondi... no... tre... No, sono quattro... Ma ce n'erano altri, tanti diversi... li conoscevo. Per molto tempo. Ma con loro mi sentivo stretto. Poi è successo qualcosa e sono scomparsi. Di notte sentivo voci, frammenti di domande complesse, gemiti, l'ululato di milioni di voci... Un'eccitazione inspiegabile mi prendeva...".

Sbirciando nelle altre sezioni del festival, per Cineasti del presente, "Come sta Katia" di Christina Tynkevych? (Ucraina) e Jeff Rutherford Un giorno perfetto per Caribou (USA). Piazza Grande è tutta per Juliette Binoche, che interpreta un camionista sulla Paradise Highway di Anna Gutto, e la sorprendente Medusa Deluxe, un thriller ambientato nel mondo delle competizioni di parrucchiere. E poi c'è Jason Blum, un innovatore della produzione indipendente americana, che riceve il premio per il miglior produttore indipendente di Locarno75.


Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.